mercoledì 22 maggio 2013

Silvia Marchesini, Prima Del Solstizio D'inverno (Recensione)

ISBN - 978-88-6247-070-4
pag. 318 - € 15,00

Trama: Otto notti sacre. Sette prove apparentemente insuperabili e nessuna via di fuga. Un Gioco crudele, un destino avverso, la condanna di un amore impossibile. In un remoto angolo dell’Appennino, dove la magia della natura vibra ancora sotto le pure acque di splendidi laghi, tra creature fatate, popoli dimenticati e antiche leggende, una giovane donna si ritrova improvvisamente vittima di un feroce passatempo, quello dell’Ingannatore, divinità del caos e creatore di uno spietato Gioco in cui perdere significa morire. Dovendo seguirne le regole, Frida incontra Blaidd, il Pastore dei Lupi, spirito selvaggio di straordinaria bellezza e dal passato oscuro, per il quale prova immediatamente una devastante attrazione cui non è in grado di opporsi. Un sentimento irrazionale, una paura reale e inascoltata, un desiderio insopprimibile e pericoloso la legheranno a Blaidd lungo una strada già tracciata, contro un destino apparentemente segnato, per spezzare una maledizione e oltrepassare i confini di un amore proibito.



Per prima cosa mi sento in dovere di ringraziare la casa editrice Linee Infinite, per avermi dato la possibilità di recensire un cosi bel libro. Finalmente posso gridare hai 7 venti di essere riuscita a saziare il mio appetito libresco, o almeno una parte perchè sarà saziato totalmente con il completamento della saga.

"La prescelta ti darà il suo amore, il suo sangue, e il suo corpo, e lui si prenderà la sua vita. Poi sarà libero."

Frida è una ragazza semplice che ama leggere storie e leggende su fate, elfi, gnomi e folletti - un pò come me,  ^_^  un giorno per caso in un ovile trova un medaglione con al centro incastonata  una piccola pietra d'onice con incisa la lettere F,

"E' una runa, Fehu per la precisione, la prima runa dell'Aett di Freja"

questo ritrovamento segnerà l'inizio di un gioco dove il destino di un essere fatato é nelle mani di Frida, infatti il medaglione rappresenta la via d'accesso al ritrovamento di Lia Fàil anche chiamata Pietra del Destino.

"Egli possedeva Lia Fàil , la Pietra Del Destino, uno strumento molto potente, in grado di dominare gli eventi e modificarli in base al volere del suo possessore"

Una maledizione, Un sacrificio, un amore proibito, otto rune e ognuna di esse rappresenterà una prova che dovrà sostenere la nostra protagonista nelle otto notti sacre Samhain, Yule, Imbolc, Oestara, Beltane, Litha, Lughnasadh, Mabon...

"Otto le rune dell'Aett di Freja e le prove sono legate al loro significato e a quello della pietra in cui sono incise"

Riuscirà secondo voi la nostra Frida a portare a termine la sua missione e spezzare la maledizione che affligge  il Pastore Dei Lupi e il Bosco di Fardan? Be questo sta a voi scoprirlo leggendo il libro ^_^

"Rannicchiai le gambe e chiusi gli occhi. Rise piano. Sentii le sue mani abbassare le mie ginocchia e poi scivolare dolci sui miei fianchi. <Sei la più bella cosa mortale che io abbia mai visto e non sto solo guardando nella tua anima...>"

Silvia Marchesini esordisce con questo meraviglioso libro, dove fantasy e urban fantasy si fondono insieme creando un capolavoro letterario ricco di emozioni mozzafiato, colpi di scena, storie e leggende popolari, tutto in un ambiente che porta in caratteri cubitali la parola ITALIA, infatti la storia si svolge principalmente tra i boschi e le valli degli appennini, come le Dolomiti oppure il Lago Santo - che presumo si riferisca a quello modenese. Il libro in se è ricco di personaggi interessanti come Ninfe, Alti Spiriti, Spiriti Erranti, Spiriti Selvaggi, Spiriti Del Fuoco, Dell'Acqua, Valkirie e molti altri tutti che rientrano nel ambiente fiabesco della cultura celtica e irlandese.

La scrittrice con il suo modo di scrivere ha avuto la capacità di catapultarmi in un mondo che gia conoscevo, ma che mi ha fatto apprezzare ancora di più per via di questa storia davvero straordinaria e unica. Essa mi ha fatto riprovare le stesse emozioni che provai quando lessi per la prima volta il libro della Marr Wicked Lovely, anch'esso con una trama simile ma ben distinta. Le varie descrizioni prendono vita nella tua mente come nulla fosse e nel leggerlo riesce a renderti piacevole anche ogni singolo sbalzo d'umore della protagonista, dall'amore all'odio, al risentimento, al mancamento. Tutto quest'insieme di cose ti coinvolge moltissimo a livello emotivo, pensate che in alcune parti mi sono immedesimata talmente tanto in Frida che mi è venuto da piangere ù_ù .

Un libro che a mio parere merita veramente di prendere un piccolo posticino nelle vostre librerie personali. Detto ciò non mi rimane che attendere il prossimo capitolo della saga che vedrà luce fra tre mesi e che spero riempi il vuoto che mi ha colmato leggendo queste ultime frasi. 

"Avevamo solo una notte, ma nemmeno quello era importante, perché mentre pregavo di poter restare tra le braccia di Blaidd per l'eternità sapevo che la mia preghiera sarebbe arrivata fino alle stelle e forse le stelle avrebbero chiesto al sole di non sorgere mai più." 

1 commento:

  1. Voglio usare questo spazio per ringraziare nuovamente Consue, per avermi consigliato questo libro. Presto (il 27 corrente mese) ci sarà il BlogTour dedicato a Silvia Marchesini, tante notizie, diverse recensioni, molti punti di vista.
    Per fare scoprire anche a voi un'Autrice dii Puro Talento!

    RispondiElimina

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...