giovedì 16 maggio 2013

Annarita Pizzo, Enelsin Artigton E La Petra Reggia (Recensione)


Buona sera entucci lo so sono in un super ritardo ma ultimamente sono stata parecchio impegnata e non ho avuto tempo nemmeno per respirare ma apparte questo ecco la mia recensione riguardante il libro di Annarita Pizzo Enelsin Artigton e la Petra Reggia ma prima qualche info riguardante il gruppo di lettura

1 Aprile inizio Club di lettura
Dal 1 aprile al 10 Aprile la 1° tappa si svolgerà sul blog My Secret Diary da Capitolo 1 a Capitlo 5 (Qui)
Dal 11 aprile al 20 aprile la 2° tappa si svolgera sul blog Little Princess Book da Capitolo 6 a Capitolo 10 (Qui)
Dal 21 Aprile al 30 Aprile la 3° tappa si svolgera sul blog Locanda Dei Libri e Un' Altalena Di Emozioni Da Capitolo 11 a Capitolo15 (Qui) (Qui)
Dal 1 Maggio al 10 Maggio la 4° ed ultima tappa si svolgera Sulla Pagina Enesin Artigton e La Petra Regia Dal Capitolo16 al Capitolo 20 (Recensioni Finali)


Trama: Molti sono i mutamenti che si stanno verificando nel mondo magico, e non certo positivi: la Petra Regia, fonte di ogni magia e da sempre garante della giustizia e del buon governo, è stata scavalcata dalle leggi umane, che, manipolate a uso e privilegio di pochi, sono divenute lo strumento principale di una pericolosa lotta per il potere. Dopo la sua morte Lord Robert Wilder lascia ad Adrian, figlio del suo amico più caro Sidonio e Custode della Lumerpa, una pergamena molto antica, ritrovata in una abbazia, che potrebbe costituire l'unica salvezza per chi ha ancora a cuore il destino del mondo; essa contiene infatti una misteriosa profezia che riguarda il Prescelto, colui che solo potrà opporsi alle forze malvagie che stanno tramando per ottenere il potere. Allo stesso tempo, però, è necessario che la pergamena non cada nelle mani sbagliate, perché diverrebbe l'arma strategica con cui il Perfidus potrebbe schiacciare definitivamente gli ultimi suoi oppositori.



C'è da dire che il libro mi ha incantato e coinvolto sin dall'inizio, infatti durante il gruppo di lettura ho trovavo difficoltà a stare al passo coi tempi, perché non vedevo l'ora di arrivare alla fine della storia. Essa appunto é molto ben dettagliata e coinvolgente, e anche le varie descrizioni dei personaggi e dei vari oggetti racchiusi in questo volumetto di circa 300 pagine. Voglio condividere con voi un piccolo estratto del primo capitolo che mi ha fatto veramente morire dal ridere mentre lo leggevo, anche se poverino mi dispiace per questo maghetto sfortunato...

"Selex gedds, un insignificabile maghetto con il capo prostrato a terra e le mani giunte, non osando alzare lo sguardo verso il suo interlocutore per paura di essere punito.<<Li ho ssseguiti sino a Bradford, sssi sssono fermati a quella taverna... come sssi chiama... Ah sssi... La Botte D'oro...>>"

scommetto che vi starete chiedendo il motivo del perchè mi sono messa a ridere be ve lo spiego subito, Selex e il tirapiedi di Lord Doneux, un maghetto che fa il lavoro sporco per il suo padrone il suo migliore amico? Una piccola salamandra che custodisce nel taschino della sua maglietta e la sua particolarità e il Balbettio.  Leggendo queste sue parole nel contesto in cui si svolge l'azione ti fa ridere o almeno ha me ha fatto quest'effetto XD. 

Ma torniamo a noi, ci troviamo difronte una storia di maghi e profezie un custode che porta il nome di Adrian, un uccello mistico che e il simbolo del bene, una lotta tra bene e male - anche se povera d'azione ma nello stesso tempo molto coinvolgente, una pietra magica che si spezza in due rifugiandosi nei cuori dei due fratelli rivali, dove il cattivo di turno Perfidus brama l'altra meta per diventare più potente per impadronirsi del mondo.  
"<<La Petra Reggia si stacco dalle  sue mani, fuorusci dal vortice e si diresse verso la panca dove Enelsin, insieme ai suoi fratelli, con il capo chino, teneva le mani unite, con i palmi aperti verso l'alto, in attesa che vi si posasse dentro...>> 
<<La Petra Reggia si era divisa in due cosi anche le sue custodi, non più una sola, come era stato sino da allora>>"
Un fantasy veramente eccezionale a mio parere, alcune mie colleghe lo hanno definito un copiato di Harry Potter ma secondo me sono due cose ben distinte, (non ci sono scuole di magia o maghetti di terz'ordine io non voglio criticare nessuno e lo ammetto, anche se inizialmente ho intravisto delle somiglianze a riguardo come ad esempio il gufo postino e i quadri mutaformi, forse sono tra quelle poche persone che non hanno letto la saga della Rowling ma ho visto i film e non ha nulla che vedere con questo. Hanno anche detto che il Perfidus e uguale a Valdemor nell'aspetto ma non e cosi semplicemente perchè che il Perfidus inizialmente era uno splendido ragazzo che per via della magia si è deformato invece Valdemor a mio parere e nato in quel modo deforme e con questo chiudo la parentesi Harry Potter).  La scrittrice ha avuto molta fantasia a scegliere i vari nomi, non so se dietro ci sara qualche studio ma sinceramente, io non avrei mai pensato a chiamare una bevanda Bromusasperio, oppure una specie di bussola Bussoramosa XD. 

In un primo momento non riuscivo a capire di cosa si trattasse anche perchè inizialmente non c'è una descrizione specifica o approfondita su questi oggetti, ma ho dato sfogo alla mia fantasia ed ho imaginato che siano bevande di qualche intruglio di erbe e frutti mischiate tra loro per realizzare queste bevande. In fin dei conti i libri sono nati per questo dare sfogo alla propria immaginazione mentre li si legge, e questo alla scrittrice e riuscito perfettamente, infatti non tardano ad arrivare le immagini delle ambientazioni, dei personaggi delle varie stanze e degli oggetti rinchiusi in esse.

Lo stile di Annarita mi piace molto e fresco, chiaro, scorrevole e come dicevo all'inizio coinvolgente tra tutti i personaggi mi sono affezionata parecchio a Selex e la sua salamandra, ad Adrian e non puo certo mancare la Lumerpa questo uccello mistico assegnato al custode della Petra Reggia che emane una luce veramente accecante. Un libro tutto da scoprire a mio avviso ringrazio infinitamente la scrittrice per avermi dato l'opportunità di leggere il suo romanzo e recensirlo lo consiglio a chi ama i classici romanzi fantasy ricchi di magia e pieni di emozioni. Annarita 4 stelline per te e lo splendido mondo di Enelsin Artigton e La Petra Reggia attendo con ansia il seguito ^_^

2 commenti:

  1. Grazie Arwen per le belle parole e per il tempo che mi hai dedicato anche qui sul blog!
    Ehm...non era un gufo portalettere, ma un barbapicco telegrafista ahhhahhhahhhhh!!!
    Grazie ancora di tutto
    Annarita

    RispondiElimina
  2. hahahaha e verooo hahahahah be mi sono un pò lasciata prendere la mano XD

    RispondiElimina

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...